Here you will find all the informations about ours Live Booking and Fanzine
Impaled Nazarene

Intervista di Pietro Ferrari - 20/03/2011
A: Mika Luttinen - Cantante
Traduzione italiana di Pietro Ferrari
pubblicazione web di Giuseppe Bruni

Autori di alcuni tra gli album musicalmente e concettualmente più violenti nella storia del metal estremo, i finlandesi Impaled Nazarene continuano imperterriti ad attentare alla virtù degli angeli e ai timpani degli ascoltatori. Il ventennale della band è la giusta occasione per scambiare due chiacchiere con il carismatico cantante Mika Luttinen.

Vent'anni di propaganda satanica. Il demo Shemhamforash apparve esattamente vent'anni fa, e voi state ancora smerciando blasfemie al pubblico. Come ti senti guardando indietro al lungo viaggio percorso nell'ambiente del metal estremo?
- E' stato un viaggio a dir poco interessante. Momenti esaltanti, momenti di merda, e il tutto il resto mezzo e mezzo. Non avremmo mai immaginato di poter giungere sin qui, ed è un dato di fatto che non pensavamo neppure di esser messi sotto contratto. Volevamo solo suonare lo stesso tipo di roba che suonavano le band che adoravamo.

Stai collezionando raro materiale live per un dvd?
- Non occorre che lo faccia, perché possiedo già un certo numero di filmati in vhs realizzati nel corso degli anni che nessun altro ha mai visionato. Sceglieremo i pezzi migliori da mostrare al mondo.

Il vostro nuovo album 'Road to the Octagon' è un incessante assalto sonoro, una vera e propria esplosione di furia. Da dove avete ricavato l'ispirazione per scatenare un simile uragano?
- Avevamo perso smalto sull'ultimo album, 'Manifest'. Non ne ero per nulla soddisfatto. Così, quando è stato il momento di cominciare a comporre il nuovo materiale, abbiamo discusso seriamente sul da farsi. E abbiamo convenuto di voler incidere un album veloce e brutale, che mostrasse di che cazzo questa band è capace. La vita di ogni giorno è un'ispirazione più sufficiente per creare un album del genere. Basta osservare la feccia che caracolla per strada e ti vien voglia di uccidere ancora e ancora.

I tuoi testi traboccano di odio e disgusto nei confronti del genere umano. Ti descriveresti come un nichilista?
- Sì, un nichilista cinico e misantropo. Dico che venero me stesso, ma allo stesso tempo non è che io creda granché in me, il che mi rende una specie di nullità in quel sistema che chiamiamo universo. Forse un giorno mi risveglierò da questo incubo e Lucifero mi garantirà il potere che merito veramente.

Gli Impaled Nazarene non sono mai stati una band parodistica tipo Cannabis Corpse, perciò quando esclamate 'Ave Lucifer', 'Regie Satanas' e inneggiate al Demonio, dobbiamo prendervi sul serio. Tu veneri per davvero il Male?
- Venero me stesso, e questa è la più pura forma di satanismo, poiché Satana significa libertà. Si dovrebbe sempre definire il satanismo prima di porre una domanda come 'Sei un satanista?', perché ci sono varie forme di satanismo e diversi modi di intenderle.

Secondo i manichei medievali, 'il mondo intero giace sotto il potere del Maligno'. Satana è il Creatore e il dominatore di questo mondo, a loro dire. Tu come la vedi?
- Quella è la forma biblica del satanismo e io personalmente non credo né in Gesù Cristo, né in Santa Claus, né ai Troll o a Satana in forma fisica. E' tutto altrettanto reale quanto Topolino.

Taluni pensano che stiamo vivendo i 'Tempi Ultimi', e ne hanno paura. Il tuo atteggiamento è del tutto diverso: tu dichiari: 'Spero nella distruzione totale di massa' (da: 'Cogito Ergo Sum', brano d'apertura dell'album 'Nihil', incluso anche nel live 'Death Comes In 26 Carefully Selected Pieces'). Perché, esattamente?
- Per poter sopravvivere, questo pianeta deve sbarazzarsi del 90% della popolazione. Dovremmo poter ricominciare dall'inizio, ma con tutte le conoscenze e le tecnologie di cui disponiamo ora. Forse sarà il pianeta stesso a provvedere, visti i disastri naturali che si stanno verificando.

Siamo abituati a trovare pentacoli rovesciati sulle copertine degli album sin dai tempi di 'Welcome to Hell' dei Venom. L'Octagon è un nuovo simbolo col medesimo significato?
- Non necessariamente, devi leggere il testo della canzone 'Tentacles Of The Octagon', e allora vedrai che l'Octagon di cui stiamo parlando è una macchina dell'apocalisse scaturita dall'Inferno, La Fine del mondo.

Chi sono i 'figli della stella polare' menzionati nella canzone 'The Plan'?
- In Finlandia si sono verificate due distinte sparatorie all'interno di istituti scolastici. Uno degli assassini ha citato la nostra canzone 'Assault The Weak' nel suo 'Manifesto', e la stampa ci è andata a nozze ovviamente (nel 2007, a Jokela, lo studente diciottenne Pekka-Eric Auvinen, autore del 'Manifesto' cui allude Mika Luttinen, uccise a colpi d'arma da fuoco cinque ragazzi e due ragazze in una scuola superiore; nel 2008, uno studente ventiduenne uccise dieci persone in un collegio a Kauhajoki, a nord della capitale, ndr). In seguito, quando la polizia ha indagato su questi assassini, si è scoperto che erano entrambi malati di mente, assumevano antidepressivi, e che avevano subito episodi di bullismo a scuola. In altre parole, sono stati provocati e l'hanno fatta pagare alla gente. Non sto assolutamente esprimendo ammirazione nei loro confronti, chiamo solo le cose col loro nome.

Per finire, chi è la tua attrice preferita tra le seguenti: Tara Lynn Foxx, Shyla Stylez, Tera Patrick, Monica Mattos?
- Finalmente un argomento che mi sta a cuore!!! Fra queste senza dubbio Monica Mattos, dal momento che non sono troppo appassionato delle pornostar 'hollywoodiane'. Preferisco tipe come Ashley Blue, Beata Undine o Haley Paige (riposi in pace). Sai, le cosiddette 'ragazze della porta accanto'. Il porno migliore oggigiorno proviene da Russia e Ucraina, lì ci sono delle strafighe.